Cattedra Marmorea Medaglione sull'altare maggiore Formelle in bronzo L'altare maggiore fu consacrato nel 1725 dal vescovo Giberto Borromeo. In una cripta scavata al suo interno sono conservate le reliquie di papa Antero, pontefice del III secolo, trasportate a Novara al tempo del vescovo Carlo Bascapè.

La parte superiore dell'altare fu realizzata su progetto del cremonese Giuseppe Natali, quella superiore - costituita da un tronetto eucaristico con alla sommità il Cristo risorto con lo stendardo crociato - dall'architetto Bellotti.

I bassorilievi in bronzo furono disegnati da Carlo Beretta e fusi dai fratelli Carlo e Francesco Pozzi, da Giovan Battista Agazzini di Ameno e da Carlo Esartier.

  • Il bassorilievo della porta del tabernacolo verso la navata rappresenta l'Ultima cena,

  • quello verso il coro la Sepoltura di Gesù.

  • Il medaglione, collocato sotto la mensa come paliotto, raffigura i solenni funerali di San Gaudenzio.

  • Dieci formelle in bronzo, chiamate le "Historiette", ornano il dorsale anteriore e quello posteriore dell'altare.

Alla parete sinistra del presbiterio, cattedra marmorea detta, "cattedra di San Gaudenzio", sulla quale siedono i vescovi nel giorno del loro ingresso. La cattedra, forse già sedia dei consoli della città romana, è in parte fatta con marmi con epigrafe romana.


ritorna alla pagina precedente